ASSOCIATION COMITÉ RÉGIONAL BATAILLES DES CHÈVRES

– VALLÉE D’AOSTE –

 

L’ASSOCIATION COMITÉ RÉGIONAL BATAILLES DES CHÈVRES (“Association”), organizza ogni anno, in date che saranno rese note con manifesti e altri mezzi d’informazione, una manifestazione denominata “BATAILLES DES CHÈVRES”, che consiste in combattimenti regolamentati fra capre allevate in Valle d’Aosta.

REGOLAMENTO

Articolo 1.

Partecipazione alle Batailles des Chèvres.

1.1 Le Batailles des Chèvres (“Combats”) consistono in una serie di Concorsi Eliminatori e in una Finale Regionale.

1.2 I Concorsi Eliminatori sono organizzati su base locale dai Comité Zonali dell’Association, i quali provvederanno a garantire la funzionalità del campo di gara, ad adottare le misure necessarie per garantire la sicurezza e l’incolumità degli spettatori e ad assicurare ogni accorgimento utile e necessario per il buon funzionamento della manifestazione.

1.3 La Finale Regionale è organizzata dall’Association e vi partecipano le capre classificatesi nei Concorsi Eliminatori e le quattro regine detentrici del titolo dell’anno precedente.

1.4 La partecipazione ai Concorsi Eliminatori avviene mediante scheda di iscrizione annuale, da consegnare al primo Concorso Eliminatorio a cui si partecipa, sottoscritta dai proprietari delle capre e dagli eventuali loro rappresentanti, e con il versamento dei contributi di partecipazione annualmente previsti.

1.5 L’iscrizione annuale determinerà l’adesione all’Association per l’anno in corso.

1.6 Le capre che partecipano ai Combats sono iscritte sotto il nome del proprietario, riportato sulla scheda di stalla, oppure sotto lo pseudonimo da lui dichiarato nella scheda di iscrizione.

1.7 Le capre che convivono tutto l’anno nella stessa azienda famigliare e nella stessa stalla, possono essere iscritte come appartenenti a “fratelli comproprietari”, qualora tale stato sia autocertificato nella scheda di iscrizione.

1.8 Tutti i proprietari delle capre, e gli eventuali loro rappresentanti, che partecipano ai Combats, accettano lo Statuto dell’Association ed il presente Regolamento, e ad essi sottostanno.

Articolo 2.

Giuria.

2.1 Ad ogni Combats, quattro membri dell’Assemblea dell’Association (“Assemblea”) costituiranno la Giuria.

2.2 I membri della Giuria vengono designati durante una riunione dell’Assemblea antecedente ai Combats primaverili, autunnali ed alla Finale Regionale.

2.3 I membri della Giuria designati, se impediti, dovranno provvedere essi stessi alla loro sostituzione con altro membro dell’Assemblea.

2.4 La Giuria:

  1. a) coadiuvata dai membri del Comité Zonale, sovraintende alle operazioni preliminari, quali iscrizione del proprietario, idoneità delle capre a combattere, pesatura, controlli sanitari;
  2. b) garantisce il regolare svolgimento dei Combats, adottando ogni decisione in merito;
  3. c) decide sull’esito dei combattimenti.

2.5 La Giuria si occupa altresì di ogni questione, attinente al presente Regolamento, che possa sorgere durante lo svolgimento dei Combats.

2.6 La Giuria dovrà provvedere all’immediata esclusione dai Combats in corso dei soggetti (e dei relativi animali) che violino il presente Regolamento durante lo svolgimento degli stessi, ferma la successiva applicazione delle sanzioni disciplinari, ove previste, da parte della Commissione Disciplinare.

2.7 La Giuria dovrà redigere un verbale contenente le violazioni del presente Regolamento di cui sia venuta a conoscenza durante i Combats. Il verbale dovrà essere trasmesso senza indugio alla Commissione Disciplinare.

Articolo 3.

Categorie.

3.1 Le capre che partecipano ai Combats saranno suddivise, durante le operazioni preliminari, in tre categorie in primavera e quattro in autunno:

Primavera:

1ª – 2ª – 3ª categoria in base al peso

Autunno:

1ª – 2ª – 3ª categoria in base al peso; 4ª categoria in cui saranno iscritte le “bime”, ovvero le caprette che non hanno ancora raggiunto i due anni di età e che hanno un solo dente cambiato (i due picozzi) o al massimo due denti cambiati (i due mediani interni).

3.2 Nei Concorsi Eliminatori e nella Finale Regionale, per stabilire la 1ª – 2ª – 3ª categoria si farà la media delle pesature, togliendo gli eventuali esuberi.

3.3 In primavera si possono iscrivere, per ogni proprietario, al massimo sei capre indipendentemente dalla categoria e non sono ammesse le “bime”.

3.4 In autunno si possono iscrivere, per ogni proprietario, al massimo sei capre indipendentemente dalla categoria, comprese le “bime”.

I DENTI DELLE BIME

a – 1 – Pareggiamento picozzi- età 16 mesi circa

b – 2 – Pareggiamento mediani interni – età circa 22 mesi

c – 3-4 – Denti da latte (molto più piccoli)

Articolo 4.

Operazioni preliminari.

4.1 I partecipanti ai Combats devono essere iscritti ai sensi dell’articolo 1 del presente Regolamento, a pena dell’immediata esclusione dagli stessi.

4.2 Nel caso il proprietario delle capre non sia presente ai Combats, al momento della pesatura delle capre il suo rappresentante dovrà fornire le proprie generalità, che saranno riportate sulla scheda di iscrizione annuale.

4.3 La pesatura delle capre partecipanti ai Combats si svolgerà dalle ore 8:30 alle ore 11:00. Le capre che a tale orario non si troveranno nella zona adiacente il peso saranno escluse dalla gara.

4.4 Al momento della pesatura ogni allevatore può controllare personalmente il peso, ed esclusivamente in quella sede potrà effettuare eventuali osservazioni.

4.5 Dopo la pesatura, il sorteggio avverrà mediante computer.

4.6 Ogni questione sorta durante le operazioni preliminari, relativa a quanto previsto negli articoli 3, 4 e 5 del presente Regolamento, verrà risolta immediatamente dalla Giuria e la decisione non potrà essere impugnata, ferma comunque la successiva applicazione delle sanzioni disciplinari, ove previste, da parte della Commissione Disciplinare.

Articolo 5.

Cause di esclusione dai Combats.

5.1 A seguito delle verifiche effettuate durante le operazioni preliminari, saranno escluse dai Combats le capre:

  1. a) di proprietari non residenti in Valle d’Aosta;
  2. b) non idonee dal punto di vista igienico, pertanto le capre dovranno essere pulite e spazzolate;
  3. c) non idonee dal punto di vista sanitario;
  4. d) che presentino sintomi di eccitazioni causati da alcool o altre sostanze;
  5. e) che abbiano perso le caratteristiche di razza o sesso, in particolare quelle che non hanno e che non abbiano più la capacità di riprodurre e quelle che non abbiano più le mammelle;
  6. f) che abbiano le corna manomesse con lime o unguenti dai loro proprietari;
  7. g) che partecipino a Combats non riconosciuti dall’Association;
  8. h) che non siano munite dell’apposito certificato sanitario;
  9. i) che non siano fisicamente ritenute idonee a combattere;
  10. l) che non siano in regola con i parti ed i relativi controlli;
  11. m) a cui siano state applicate sanzioni disciplinari ai sensi del presente Regolamento, per la durata della sanzione;
  12. n) non in regola con la scheda di stalla, la quale pertanto dovrà essere completa sia del numero della marca auricolare e del numero d’identificazione elettronico di ogni animale ed essere aggiornata all’ultimo risanamento e/o movimentazione animale.

5.2 Le capre che, per uno dei casi sopraelencati, fossero escluse dai Combats, dovranno essere riportate sul mezzo di trasporto o comunque tenute separate dalle altre nell’apposito spazio.

Articolo 6.

Svolgimento dei Combats.

6.1 Le capre di uno stesso proprietario non verranno, nel limite del possibile, fatte incontrare tra di loro, così da non danneggiare lo spettacolo.

6.2 I proprietari delle capre, e i loro eventuali rappresentanti, che partecipano ai Combats non possono rifiutarsi di portare in campo le proprie capre.

6.3 Le capre durante i Combats non potranno avere appese al collo catene o cordicelle varie, ma dovranno avere esclusivamente la campana, compresa di batacchio.

6.4 Le capre vengono accompagnate in campo da un solo proprietario, o suo rappresentante, coadiuvato se necessario da un membro della Giuria.

6.5 È proibito entrare in campo con bastoni, fruste e ogni altro attrezzo.

6.6 L’avvicinamento delle capre al combattimento è consentito solo tre volte.

6.7 Sono vietati tutte le attività ed i comportamenti che possano agevolare la propria capra o danneggiare la capra avversaria.

6.7 La mancata osservanza delle regole stabilite nel presente articolo comporta la squalifica della capra durante la gara, ferma comunque la successiva applicazione delle sanzioni disciplinari, ove previste, da parte della Commissione Disciplinare.

6.8 In caso di non combattimento delle capre, la vincitrice verrà sorteggiata con il lancio della monetina.

Articolo 7.

Capre qualificate alla Finale Regionale.

7.1 Le capre che si qualificano per la Finale Regionale non possono partecipare ad altri Concorsi Eliminatori nello stesso anno.

7.2 Le capre qualificate per la Finale Regionale devono essere portate alla Finale Regionale.

7.3 Non si possono cambiare i nomi della capre qualificate alla Finale Regionale. L’Association identificherà le capre in ogni caso con il nome con cui si sono qualificate.

7.4 L’allevatore che vende una capra qualificata alla Finale Regionale, deve comunicarlo all’Association e informare l’acquirente che è una capra soggetta ai controlli di cui all’articolo 8 del presente Regolamento, con i conseguenti obblighi di avviso ivi previsti. In mancanza di tale comunicazione, la capra non potrà partecipare ai Concorsi Eliminatori ed alla Finale Regionale.

Articolo 8.

Controlli sulle capre.

8.1 Le capre ancora presenti nei vari allevamenti che si sono qualificate almeno una volta alla Finale Regionale, devono essere controllate.

8.2 Alla nascita del capretto, i proprietari delle capre devono contattare immediatamente i Delegati di Zona. Ai controlli potranno partecipare, oltre ai Delegati di Zona, anche altri membri dell’Assemblea. Le capre che non sono state entro 4 giorni dal parto, da almeno un Delegato di Zona, vengono considerate non partorienti per l’anno in corso.

8.3 Le regine e le seconde classificate alle Finali Regionali degli anni precedenti, nonché altre capre estratte a campione, saranno sottoposte ad un doppio controllo (c.d. “supercontrollo”) effettuato da una speciale Commissione di Visita preposta a tale incarico. La Commissione di Visita sarà composta da cinque membri, quattro scelti dall’Assemblea più il Presidente dell’Association. Un mese prima del parto, i proprietari delle capre dovranno avvisare il Presidente dell’Association, che provvederà ad inviare la Commissione di Visita. Una volta effettuati i controlli, nel caso in cui ci fossero dei dubbi sulla gravidanza, la Commissione di Visita potrà chiedere di effettuare una ecografia che, in caso di esito negativo, sarà a carico del proprietario della capra. Alla nascita del capretto, i proprietari delle capre dovranno avvisare immediatamente il Presidente dell’Association e i Delegati di Zona. I Delegati di Zona, ovvero, se richiesto o in presenza di situazioni dubbie, la Commissione di Visita, accerteranno l’avvenuto parto. Qualora i proprietari delle capre omettano il doppio avviso previsto, oppure non permettano il regolare svolgimento degli accertamenti o rifiutino di svolgere l’ecografia, le capre non potranno partecipare ai Combats dell’anno in corso, ferma l’ulteriore applicazione delle eventuali sanzioni disciplinari previste dal presente Regolamento.

8.4 Ai fini del presente articolo, si precisa che le capre di cui agli articoli precedenti che:

  1. a) hanno abortito (per le quali, onde evitare casi di sospetta brucellosi, dovrà essere fornita anche una diagnosi degli esami batteriologici, come prescritto dalla D.R. n 2717 del 02-10-2009);
  2. b) non sono state gravide per uno o più anni;
  3. c) si sono qualificate alla Finale Regionale per la prima volta;

per essere nuovamente ammesse ai Combats devono prima avere partorito.

8.5 I parti considerati validi per l’anno successivo sono quelli avvenuti successivamente alla Finale Regionale e prima dell’8 giugno seguente.

8.6 In caso di dubbi sull’avvenuto parto, al proprietario della capra verrà chiesto di poter svolgere il test del DNA – diagnosi di maternità con prelievo di materiale biologico. Il prelievo verrà effettuato da un delegato dell’Association alla presenza della Commissione di Visita e del proprietario e immediatamente spedito, sempre alla presenza del proprietario se da lui richiesto, ad un laboratorio specializzato. In caso di esito negativo del test, il proprietario dovrà versare presso la segreteria dell’Association la somma di € 350,00 per la gestione del procedimento. In caso di rifiuto a svolgere il test, il parto sarà definitivamente considerato non avvenuto e saranno applicate le sanzioni disciplinari previste dal presente Regolamento per la simulazione di parto.

8.7 Nel caso del “supercontrollo” di cui all’articolo 8.3, qualora per motivazioni indipendenti dalla propria volontà il proprietario non riesca ad effettuare il primo avviso in tempo utile per l’intervento della Commissione di Visita, il proprietario potrà chiedere di svolgere il test del DNA, contestualmente versando presso la segreteria dell’Association la somma di € 350,00 per la gestione del procedimento. Il test ed il prelievo avverranno con le modalità indicate nell’articolo 8.6.

8.8 In ogni caso previsto dal presente articolo, non verranno presi in considerazione eventuali documentazioni e certificati di veterinari se non espressamente richiesti dall’Association.

8.9 Per ogni controllo previsto dal presente articolo, i Delegati di Zona, o la Commissione di Visita ove di sua competenza, compileranno la relativa Scheda Parto in cui verrà indicato l’esito del controllo. Nel caso in cui la scheda non sia completata nella sua interezza, ed in particolare qualora manchino l’indicazione sul parto o la sottoscrizione del proprietario o dei controllori, la capra verrà considerata come non partoriente. E’ onere del proprietario della capra verificare la completezza della scheda. Sia il proprietario che i controllori potranno aggiungere eventuali osservazioni sulla scheda. Qualora il proprietario si rifiuti di sottoscrivere la scheda, il controllore ne darà atto sulla stessa. Le schede saranno conservate per due anni presso la segreteria dell’Association, dove potranno essere visionate dai proprietari delle capre.

Articolo 9.

Illeciti disciplinari e sanzioni.

9.1 Costituiscono illeciti disciplinari sanzionati con la pena pecuniaria da 100,00 a 500,00 euro:

  1. a) l’abbandono delle capre sul luogo di gara dopo i Combats;
  2. b) la violazione dell’obbligo previsto dall’articolo 6.2;
  3. c) la violazione dell’obbligo di comunicazione previsto dall’articolo 7.4;
  4. d) non portare le capre qualificate alla Finale Regionale, salvo che sussista un impedimento grave e debitamente comprovato da parte del proprietario o relativo alla capra;
  5. e) insultare o minacciare, durante i Combats, un altro proprietario, o un suo rappresentante, un componente della giuria o un membro dell’Association;
  6. f) reiterare i comportamenti di cui all’articolo 5 del presente Regolamento, se non previsti da altra sanzione disciplinare.

9.2 Costituiscono illeciti disciplinari sanzionati con la pena pecuniaria da 700,00 a 1.100,00 euro o con la sospensione da 5 a 15 Combats:

  1. a) partecipare ai Combats senza aver correttamente compilato o sottoscritto la scheda di iscrizione annuale di cui all’articolo 1.4;
  2. b) rifiutare la sottoscrizione della Scheda Parto di cui all’articolo 8.9;
  3. c) usare un qualsiasi mezzo o comportamento atto a favorire il proprio animale o a danneggiare l’animale avversario;
  4. d) passare alle vie di fatto, durante i Combats, nei confronti di un altro proprietario, o suo rappresentante, di un componente della giuria o di un membro dell’Association.

9.3 Costituiscono illeciti disciplinari sanzionati con la sospensione dai Combats da 1 a 3 anni:

  1. a) la simulazione di parti delle capre partecipanti ai Combats;
  2. b) la sostituzione della capra iscritta ai Combats o qualificata alla Finale Regionale;
  3. c) effettuare dichiarazioni non veritiere relativamente alle capre, nonché falsificarne l’identificazione con bolo endoruminale o microchip, orecchino e tatuaggio.

9.4 Le sanzioni di cui all’articolo 9.1, e 9.2 in caso di pena pecuniaria, si applicano all’autore materiale del fatto ed al proprietario delle capre.

Le sanzioni di cui agli articoli 9.2, in caso di sospensione dai Combats, e 9.3 si applicano all’autore materiale del fatto, al proprietario delle capre ed a tutte le capre di loro proprietà, in base alla scheda di stalla, al momento della commissione dell’illecito.

9.5 Le sanzioni si applicano inoltre a tutti i soggetti concorrenti nell’illecito.

In caso di contributo ridotto alla commissione del fatto, la sanzione è ridotta fino alla metà.

9.6 Se il soggetto proprietario è una società, le sanzioni si applicano anche agli amministratori della stessa.

9.7 Se il soggetto proprietario è una cooperativa, le sanzioni si applicano esclusivamente al socio proprietario, salvo il caso di concorso da parte di altri soci nella commissione del fatto.

9.8 Le sanzioni saranno applicate tenendo conto della gravità dell’infrazione e del comportamento del soggetto responsabile dell’illecito.

9.9 In caso di recidiva per un medesimo illecito, le sanzioni saranno raddoppiate.

9.10 In caso di recidiva per uno degli illeciti previsti all’articolo 9.3, i soggetti responsabili saranno esclusi a vita dalla partecipazione ai Combats.

9.11 Le sanzioni pecuniarie vanno pagate alla Segreteria dell’Association.

9.12 Fino a che la sanzione non viene pagata, l’autore del fatto, il proprietario delle capre e tutte le capre di loro proprietà non potranno partecipare ai Combats.

9.13 Gli allevatori che si rendono responsabili degli illeciti disciplinari di cui agli articoli 9.2, in caso di sospensione dai Combats, e 9.3 devono restituire i premi eventualmente vinti nell’anno in corso, o versare in denaro l’equivalente.

9.14 Ferme le disposizioni di cui al presente articolo, è considerato illecito ogni altro atto contrario alle prescrizioni regolamentari, alle consuetudini dei Combats, e ai doveri di fedeltà e probità nei confronti dell’Association e dei partecipanti ai Combats. In tali casi, l’illiceità del comportamento e l’eventuale sanzione saranno valutate secondo equità.

9.15 E’ facoltà del sanzionato, in caso di sospensione dai Combats per gli illeciti di cui all’articolo 9.2 o 9.14, sostituire ogni giornata di sospensione con il pagamento di una sanzione pecuniaria di € 200,00 a giornata.

Articolo 10.

Commissione disciplinare.

10.1 Le sanzioni disciplinari previste dall’art. 9 del presente Regolamento saranno irrogate, in via esclusiva, da un’apposita Commissione Disciplinare.

10.2 La Commissione Disciplinare sarà composta da cinque componenti, di cui due nominati dell’Assemblea, uno nominato dal Presidente dell’Association, uno nominato dall’Assessorato Regionale all’Agricoltura, e un avvocato indicato dal Comité de Direction dell’Association.

10.3 La Commisione Disciplinare viene costituita nel mese di gennaio e dura in carica tre anni. Nelle more di ogni nuova nomina, resta in carica la precedente.

10.4 Nel caso venga meno un componente, lo stesso verrà sostituito con nuova nomina dal soggetto competente. Il sostituto resterà in carica fino alla scadenza di quella Commissione Disciplinare.

Articolo 11.

Procedimento disciplinare.

11.1 La Commissione Disciplinare si attiva a seguito di segnalazione da parte della Giuria dei Combats, o del presidente dell’Association, o di un membro del Comité de Direction dell’Association, o di un membro dell’Assemblea.

La Commissione Disciplinare si attiva altresì a seguito di reclamo presentato da chiunque vi abbia interesse, purché lo stesso sia presentato entro il termine di decadenza di quindici giorni dalla scoperta dell’illecito.

11.2 La Commissione Disciplinare, previa riunione di tutti i suoi membri, per il tramite della segreteria dell’Association, comunicherà l’addebito e la relativa sanzione ipotizzata, a mezzo lettera raccomandata o con consegna a mani sottoscritta su una copia per ricevuta, all’autore dell’illecito. Questi ha la facoltà di depositare presso la sede dell’Association una difesa scritta nel termine perentorio di dieci giorni dal ricevimento della raccomandata.

11.3 La Commissione Disciplinare effettua, se necessario, una breve istruttoria, accerta la commissione o meno dell’infrazione per cui si procede e si pronuncia sulle relative sanzioni. La decisione, previa riunione di tutti i suoi membri, è adottata con voto a maggioranza assoluta dei componenti.

11.4 Il provvedimento definitivo deve essere redatto per iscritto e la decisione brevemente motivata. Tale provvedimento non è in alcun modo impugnabile e i suoi effetti sono immediati. Il provvedimento, per il tramite della segreteria dell’Association, verrà comunicato a mezzo lettera raccomandata o con consegna a mani sottoscritta su una copia per ricevuta.

11.5 All’autore dell’illecito che, a seguito del ricevimento dell’addebito di cui all’articolo 11.2, accetti espressamente la sanzione, mediante comunicazione alla segreteria dell’Association con lettera raccomandata o con consegna a mani sottoscritta su una copia per ricevuta, verrà applicata la riduzione di 1/3 sulla sanzione ipotizzata.

11.6 Il procedimento disciplinare, salvo particolari complessità nelle questioni trattate, deve concludersi entro sei mesi dalla segnalazione o dal reclamo di cui all’articolo 11.1.

Articolo 12.

12.1 Per quanto non espressamente previsto dal presente Regolamento, verrà deciso di volta in volta dall’Assemblea.

12.2 Ogni eventuale reclamo non attinente a procedimenti disciplinari dovrà essere fatto per iscritto e indirizzato all’Association.

 

Entrata in vigore e retroattività.

Il presente Regolamento, approvato dall’Assemblea in data 7 aprile 2017, entra in vigore dal 10 aprile 2017.

La nuova Commissione Disciplinare verrà nominata entro dieci giorni dall’entrata in vigore del presente Regolamento ed opererà a partire dal primo Concorso Eliminatorio del 2017 sino al dicembre 2019.

Qualora vi siano procedimenti disciplinari in corso, essi resteranno di competenza della precedente Commissione Disciplinare, la quale dovrà applicare le nuove sanzioni, se meno afflittive.

Per le sanzioni disciplinari già irrogate in base al precedente regolamento e ancora in corso di esecuzione, che risultino più afflittive di quelle previste dal presente Regolamento, l’Assemblea ne valuterà l’eventuale riduzione entro quindici giorni dall’entrata in vigore del presente Regolamento.